La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente


Fockea edulis - Scheda di coltivazione

 
   Indice forum -> Caudiciformi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gianna
Amministratore


Registrato: 01/04/09 09:12
Messaggi: 16834
Residenza: Reggio Emilia

Inviato: Mar 12 Gen 2021, 12:26   Oggetto: Fockea edulis - Scheda di coltivazione
Gianna Mar 12 Gen 2021, 12:26
Rispondi citando

FOCKEA EDULIS


Famiglia: Apocynaceae (ex Asclepiadaceae)

Etimologia: dal latino "edulis = edibile", commestibile

DISTRIBUZIONE: cresce nelle regioni meridionali dell'Africa

DESCRIZIONE
E’ una pianta con un caudex massiccio, rugoso, da arrotondato nelle giovani piante a cilindrico in quelle adulte; le foglie verde scuro sono opposte con il bordo più o meno ondulato.
I suoi fiori poco appariscenti (molto piccoli di poco più di un centimetro, a forma di stella e di un colore bianco/verde, dal leggero profumo di tiglio) appaiono a tarda estate/autunno e sono autosterili (esistono cioè piante maschili e piante femminili). I frutti sono a forma di baccello e sono raramente visibili in coltivazione.





Dal caudex partono diversi rami robusti rampicanti dalla crescita molto rapida, che diventano molto lunghi e che si allungano attorcigliandosi tra di loro.
In natura il caudex è totalmente o parzialmente interrato.
Come lo indica il suo nome, il caudex di questa pianta è commestibile.





COLTIVAZIONE
La Fockea edulis è una pianta robusta, di facile coltivazione e per questo l'ideale per chi si avvicina alle caudiciformi, in quanto tollera abbastanza bene eventuali nostri errori. Ha una rapida crescita: di solito le giovani piante vengono coltivate mantenendo il caudex completamente interrato per farlo ingrossare più rapidamente. Poi in un secondo tempo, con il rinvaso, il caudex si preferisce esporlo soprattutto per motivi estetici. Fare attenzione in questo caso all’esposizione: abituarlo gradatamente al sole, in quanto si potrebbe bruciare. Con il tempo prenderà un aspetto verrucoso e contorto ed un colore argentato.
La pianta va posizionata in una posizione luminosa, al sole o anche a mezz’ombra e va innaffiata regolarmente durante il periodo vegetativo da marzo/aprile fino ad autunno, lasciando sempre asciugare la composta tra una innaffiatura e l’altra. Durante il periodo invernale queste si sospendono: la Fockea è una pianta rustica, sopporta bene anche temperature basse, dovrebbe essere in grado di sopportare temperature di qualche grado, ma è preferibile non lasciarla all’aperto quando queste si abbassano sotto ai 10°C, soprattutto se alla bassa temperatura si aggiunge anche l’umidità ambientale. Se si ripara in casa la pianta manterrà la maggior parte delle foglie, casomai qualche rametto si seccherà (la pianta in questo modo si autopota). In questo caso dare sporadicamente un poco di acqua. Invece se il clima permette di lasciarla all’aperto, perderà le foglie che poi ricresceranno nuovamente a primavera e le innaffiature devono essere sospese.
Durante i mesi caldi la pianta cresce molto rapidamente, i rami si allungano: si può pertanto predisporre un sostegno adeguato lungo il quale questi si possono attorcigliare, oppure si possono lasciare ricadenti.
La pianta può essere potata senza problemi in autunno.





E’ consigliato coltivare questa pianta in un vaso spazioso e profondo, questo per favorire lo sviluppo radicale soprattutto nelle piante adulte. Utilizzare un terriccio drenante con inerti al 60/70% con l’aggiunta di terriccio universale al 30/40%.
Per la concimazione usare un concime a basso tenore di azoto e solo durante il periodo vegetativo.

MOLTIPLICAZIONE
Avviene soprattutto per seme a primavera: le piantine germogliano alla svelta, ma ci vorrà un po’ di tempo per la formazione del caudex. Come già precisato, per ottenere semi bisogna avere una pianta maschile e una femminile. La propagazione può avvenire anche da talea, anche se con difficoltà: inoltre nelle piante ottenute in questo modo difficilmente si formerà il caudex.

PROBLEMI
La Fockea edulis è una pianta resistente, ma la composta non idonea che impiega molto tempo ad asciugare e le innaffiature durante il periodo invernale possono portare al marciume delle radici.





Le immagini provengono dalla nostra Galleria


_________________
Gianna

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.
Indice forum -> Caudiciformi Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file






Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it