La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente


Un'altra delle mie passioni
Vai a Precedente  1, 2
 
   Indice forum -> OT
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Ven 16 Ott 2020, 11:35   Oggetto:
Aguirre Ven 16 Ott 2020, 11:35
Rispondi citando

Nello stagno grande, come anche nei mastelloni che farò vedere a breve, si sviluppano comunque nel tempo tutta una serie di insetti antagonisti che neutralizzano le zanzare, in primis le voracissime larve di libellula ( si pappano anche pescetti e avannotti)

La cosa importante è NON fare cambi dell'acqua massicci, altrimenti ogni volta si parte dal principio. Lo stagno con il tempo raggiunge un equilibrio di grande stabilità e le zanzare sono solo ottimo cibo vivo .. se poi si ha la fortuna di ospitare anche anfibi non esistono proprio problemi ...

Top
Profilo Invia messaggio privato
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Sab 17 Ott 2020, 0:42   Oggetto:
Aguirre Sab 17 Ott 2020, 0:42
Rispondi citando

Libellule e damigelle ...

Libellula depressa (per l'addome schiacciato) azzurro il maschio, giallastra la femmina.

Delle damigelle (quelle con le ali chiuse) non sono in grado di riconoscere la specie, se qualcuno le riconosce mi farebbe solo piacere ...

 
   
   
   
   
   
   

Top
Profilo Invia messaggio privato
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Dom 18 Ott 2020, 10:02   Oggetto:
Aguirre Dom 18 Ott 2020, 10:02
Rispondi citando

Ecco un altro sistema per fare un mini pond in caso di carenza di spazio..
Un bel mastellone nero da vivaio ... in questo caso da circa 240 litri per un diametro interno di 74 cm e un'altezza di 55cm ... costo? poco sopra i 20 euro. Ma se ne trovano agevolmente anche da 400 litri e più...

Certo, esteticamente non è bello come il piatto da fontana in cemento con basamento, ma si può abbellire lo stesso. Interrandolo per un terzo o metà e poi circondandolo con pezzi di pietra, rocce e tufo, oppure aiutandosi con la terra ... Sui terrazzi invece basta acquistare (o costruirsi) quei recinti per aiuole fatti con mezzi tronchetti... risultato assicurato.

Io uso questi mastelli per far crescere in pace piante o ancora troppo piccole, o difficili, o appena trapiantate prima di inserile nel laghetto.

In questo, ad esempio, ci sono quattro piante di ninfee:
Una grande Mangkala Ubol
Una Black Princess in accrescimento
Due piccole e comuni quanto anonime ninfee rosse regalatemi anni fa (tagliate brutalmente dalla pianta madre)
Ovviamente, per farci entrare tutte le ciotole di dimensioni diverse, mi sono aiutato con rialzi interni..

Le graziose piantine verde pisello galleggianti sono lenticchie d'acqua (Lemna minor)

  Mastello 240 litri
    Dimensioni 78x56 cm. (interne 74x55)
    esempio decorazione mastello con tronchetti
    esempio decorazione mastello con tronchetti
    Mangkala Ubol ninfea rustica - grande -
    Black Princess ninfea rustica - media -
    rossa senza nome ninfea rustica - media -

Top
Profilo Invia messaggio privato
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Dom 18 Ott 2020, 10:35   Oggetto:
Aguirre Dom 18 Ott 2020, 10:35
Rispondi citando

Questo è un reseconto, in tre parti, pubblicato in siti per laghetti per far vedere come anche una persona con scarsa manualità come me possa costruirsi da solo ( o con lo sporadico aiuto si un'altra persona per la posa dei teli) un piacevole laghetto in un angolo abbandonato del giardino, posto le foto del mio progetto, anno di grazia 2013, autoregalo per i miei 50 anni. Lo metto anche qui, magari potrà essere di aiuto, di spunto o di semplice curiosità per qualcuno ...

Io non volevo e non potevo fare allacciamenti idraulici ed elettrici per scarichi, troppo pieno, filtri, lampade UV, fontane ... è la scelta giusta? ... è la scelta sbagliata? ....E' SOLO UNA DELLE TANTE SCELTE POSSIBILI, funziona, è realizzabile con una spesa contenuta, da una singola persona e ad oggi a distanza di sette anni funziona alla grande, a me basta e mi dà grandi soddisfazioni.... Doverosa specificazione: è stato pensato per la mia passione per le ninfee e le piante palustri ... i pesci "zozzoni" e grufolonatori nei vasi sono venuti dopo, tollerati solo per la loro tonta simpatia.

Si parte con un bel disegno colorato di quello che si vuole creare, anche se poi, in fase di realizzazione, per fortuna, ho creato un bordo a circa -25 tutto intorno ...
Si delimita poi la zona di scavo, con una corda o quello che si ha a disposizione - io ho usato una vecchia canna di gomma - e con pazienza e fatica si inizia a scavare, con pala piccone e secchio. Si devono levare tutti i sassi, le radici e qualunque altra cosa di affilato, acuminato o sporgente che possa bucare il telo e rendere irregolare la superficie.
Noterete che al centro ho piantato un paletto con una testa piatta, a piombo e a livello: è servito poggiandoci sopra una sbarra in alluminio leggero per fare i livelli a raggiera, sui bordi tutto intorno, con una livella magnetica ...in realtà è stata lasciata una leggerissima pendenza solo da un lato per far defluire l'acqua, alla bisogna, solo da un punto preciso.
Mi raccomando: fondo e gradoni fateli bene a livello, lisci e ben compatti senza radici e sassi, lo stesso dicasi per le pareti.

  1 - disegno progetto
    2 - delimitazione scavo
    3 - scavo
    4 - scavo
    5 - scavo



L'ultima modifica di Aguirre il Dom 18 Ott 2020, 11:49, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Dom 18 Ott 2020, 11:00   Oggetto:
Aguirre Dom 18 Ott 2020, 11:00
Rispondi citando

Fatto lo scavo un problema che può sorgere, soprattutto in caso di terreno adibito a giardino ed orto è la cedevolezza del bordo che potrebbe creare problemi di stabilità e di estetica al progetto...anche qui ci sono molte soluzioni da adottare, soprattutto se si ha a disposizione facilmente materiale di riciclo come pietre, sassi, pezzi di tufo e via dicendo... tutto materiale che può dare maggiore consistenza al bordo e che dovrà fermare i teli facendoli risvoltare sotto.
Io ho scelto di crearmi un bordo artificiale con una lastra flessibile di plastica riciclata avvitata su paletti sempre in plastica riciclata infissi nel terreno. Esistono entrambi (lastra e paletti) di diverse dimensioni a seconda delle esigenza di altezza del bordo e anche della cedevolezza del terreno: ovviamente più sono piantati in profondità e più sono fermi.
La lastra è molto flessibile, si presta facilmente a disegnare curve e si ferma altrettanto facilmente con viti e avvitatore. Come noterete, a causa della mia inesperienza ho dovuto ripiantare una seconda volta i paletti, perché la prima erano troppo vicini al bordo che si sfaldava. Il risultato finale come si dice ... "ha pagato l'occhio" e mi ha lasciato un solido bordo su cui avvolgere e fermare i teli, dando nel contempo al laghetto un forma precisa secondo il mio gusto. Un consiglio: prima di avvitare definitivamente la lastra verificate, velocemente con il solito metodo i livelli e, nel caso, adeguate le altezze (anche qui, una gran comodità per un principiante come me ..)

  6 - strumento: avvitatore a batteria
    7 - viti
    8 - lastra
    9 - posizionamento picchetti
    10 - posizionamento picchetti
    11 - posizionamento picchetti
    12 - posizionamento picchetti
    13 - posizionamento lastra
    14 - posizionamento lastra
    15 - posizionamento lastra
    16 - posizionamento lastra
    17 - posizionamento lastra

Top
Profilo Invia messaggio privato
Aguirre
Partecipante
Partecipante


Registrato: 22/04/19 12:55
Età: 57
Messaggi: 284
Residenza: Busto Arsizio

Inviato: Dom 18 Ott 2020, 11:18   Oggetto:
Aguirre Dom 18 Ott 2020, 11:18
Rispondi citando

Una volta ultimato lo scavo e risolti eventuali problemi legati al bordo si passa alla preparazione del fondo per la posa dei teli e alla posa effettiva del telo impermeabile. A seconda delle proprie esigenze e disponibilità la scelta del telo offre diverse soluzioni: dal più economico telo agricolo al più costoso telo in EPDM dai vari spessori. Io, date le dimensioni non esagerate ho optato per un telo in EPDM dallo spessori di 1,2 mm. Nonostante questo ho dovuto chiedere aiuto ad un amico per la posa, dato il peso non proprio contenuto. In caso di altri materiali fare attenzione alla loro resistenza al sole e al freddo.. due nemici temibili per i teli ... eventualmente fate in modo che siano sempre coperti dall'acqua, magari aiutandosi con pietre, piastrelle o mattoni che siano più alti del bordo e li coprano ...
Il fondo e le pareti del laghetto vanno rese, omogenee e perfettamente lisce per la posa del telo impermeabile ... in genere si suggerisce di utilizzare uno strato di sabbia fine e umida, appunto, su fondo e pareti... troppo, per la mia scarsa manualità ... Io dopo aver tolto tutto il toglibile, lisciato, compattato e reso armonico il tutto mi sono aiutato con: vecchie lenzuola e coperte, nonché pagine di giornale. Su questa copertura ho poi adagiato un telo in tessuto non tessuto di grosso spessore (1,5 o 2 cm). Se lo si trova di un solo pezzo bene, altrimenti lo si fa anche a pezzi. Finalmente si posa il telo impermeabile, lasciando in eccedenza (come pure per il tessuto non tessuto almeno 50 cm) .Il resto in eccesso lo si taglia.
Il telo impermeabile è spesso e pesante e soprattutto nelle parti curve dovrete piegarlo il più ordinatamente possibile, però non fatevi troppi problemi perché il peso dell'acqua e dei vasi vi aiuteranno in breve tempo a nascondere eventuali inestetismi.
Torniamo al bordo: io con la mia lastra posata ho risvoltato i teli lì dietro, li ho fermati con tutti i grossi sassi che avevo tolto dal terreno per lo scavo, ho aggiunto terra e sabbia per livellare il terreno e poi tutto intorno ho posto un filo di vecchi mattoni pieni rossi ...
Senza la lastra bisognerà fare lo stesso aiutandosi con pietre , mattoni e malta, magari terminando poggiandoci sopra piastrelle o lastre, sporgenti dentro il laghetto per coprire del tutto il telo (nel mio caso invece il bordo del telo si vede)
Se non lo avete già fatto in precedenza, riempite l'invaso e aggiungeteci le piante in vasi a cui avrete opportunamente chiuso i fori di scolo con pezzi di nylon.

  18 - posizionamento teli
    19 - posizionamento teli
    20 - rifinitura bordi
    21 - rifinitura bordi
    22 - posizionamento mattoni pieni e piante
    23 - posizionamento mattoni pieni e piante

Top
Profilo Invia messaggio privato
Andreroe
Master
Master


Registrato: 22/06/18 15:41
Età: 41
Messaggi: 1069
Residenza: Berlin

Inviato: Dom 18 Ott 2020, 11:34   Oggetto:
Andreroe Dom 18 Ott 2020, 11:34
Rispondi citando

Ma hai fatto un lavoro meraviglioso!! Grazie per il reportage! Esatto

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi
Indice forum -> OT Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file






Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it