La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente


Ibridazione tra chamaecereus silvestrii e Rebutia.

 
   Indice forum -> Semi e Semine
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
RobertoBr
Partecipante
Partecipante


Registrato: 17/08/21 01:34
Età: 30
Messaggi: 123
Residenza: Vestigné

Inviato: Mar 07 Set 2021, 0:13   Oggetto: Ibridazione tra chamaecereus silvestrii e Rebutia.
RobertoBr Mar 07 Set 2021, 0:13
Rispondi citando

Buongiorno, vorrei approfittare della vostra esperienza e conoscenza per fare luce su questa faccenda che mi è poco chiara.

Ho letto, in diversi articoli scientifici, della possibilità che il chamaecereus ha di ibridarsi con alcune Rebutia. D'altro canto però non ho mai visto neanche in fotografia il risultato di questo incrocio, nessun produttore che li venda, nessun collezionista che ne faccia vanto, nulla di nulla.

Veniamo alla mia esperienza personale, ho dei chamaecereus che fino a quest'anno non avevano mai prodotto frutti, confermando la diffusa opinione che vuole che la pianta sia autosterile.
Quest'anno invece ho provato un po' di ibridazioni, i fiori che non ho toccato non hanno dato frutti, i fiori che ho provato ad impollinare con Echinopsis eyriesii ( che diverse fonti davano per compatibile) hanno allegato, ma i frutti erano quasi del tutto vuoti e non ho avuto germinazioni (all'inverso non ho ottenuto nemmeno i frutti.
I fiori che ho spennellato con le Rebutia invece hanno prodotto semi fertili.

Detta così sembra semplice e lineare invece ci sono almeno due criticità.
Primo, ho letto della possibilità del chama di avere una debole autofertilità, specialmente se sottoposto a forte calore ( e devo confessare che non avendo emasculato i fiori questa possibilità è reale).
Secondo, non ho impedito le fecondazioni attuate normalmente da vento e insetti pronubi. Posso escludere, dato il contesto, che siano stati impollinati da piante non mie, però ho tre Rebutia che hanno fiorito in quel momento ( heliosa, pygmaea e pulchra) non avevo in quel frangente altre piante compatibili in fiore, quindi ho queste 4 possibilità ( autofecondazione, heliosa, pygmaea e pulchra)

Posto che una risposta certa la avrò solo nei prossimi anni con la crescita delle semine, ma volevo sapere la vostra esperienza che è ben maggiore della mia.

In linea generale, possedete o comunque avete visto il frutto di questo incrocio? E nella fattispecie, cosa ne pensate del mio incrocio? Quelle delle 4 possibilità? Quale ritenete sia più plausibile?

Top
Profilo Invia messaggio privato
Giancarlo
Prof
Prof


Registrato: 21/12/13 17:08
Età: 57
Messaggi: 3852
Residenza: Padova

Inviato: Mar 07 Set 2021, 7:09   Oggetto:
Giancarlo Mar 07 Set 2021, 7:09
Rispondi citando

Non sono assolutamente in grado di aiutarti ma posso raccontarti una storia.
Due inverni fa avevo fatto delle semine a casaccio di semi raccolti qua e là.
Tra le piantine ne è cresciuta una ,insieme ad una talea fogliare di Crassula, che sembra essere chamaecereus.
Questi li coltivo da decenni ma non ho mai osservato frutti con semi dentro.
Fatto sta che non so da dove provenga questa pianta, l’unica germogliata così assieme a molti Astrophytum…


_________________
giancarlo


L'ultima modifica di Giancarlo il Mar 07 Set 2021, 21:41, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lucz
Senior
Senior


Registrato: 16/08/20 14:32
Età: 17
Messaggi: 883
Residenza: Appennino piemontese

Inviato: Mar 07 Set 2021, 12:55   Oggetto:
Lucz Mar 07 Set 2021, 12:55
Rispondi citando

Vedendo i fiori, sia delle Rebutia che del chamaecereus, si capisce che possono essere compatibili, ma non so cosa possa succedere nella realtá dei fatti. So per esperienza che si ibrida o facilmente con le Lobivia, dando origine ai famosi chamaelobivia, ma non avevo mai sentito di ibridi con Rebutia.

Top
Profilo Invia messaggio privato
RobertoBr
Partecipante
Partecipante


Registrato: 17/08/21 01:34
Età: 30
Messaggi: 123
Residenza: Vestigné

Inviato: Mar 07 Set 2021, 19:56   Oggetto:
RobertoBr Mar 07 Set 2021, 19:56
Rispondi citando

Si, si ibrida facilmente con le Lobivia e presenta compatibilità anche con qualche altro Echinopsis, (non per nulla è finito proprio con le Lobivia e altri nel nuovo vastissimo genere Echinopsis).
Come avevo accennato ho trovato riscontro di incroci con Rebutia solo su articoli scientifici, e la cosa mi ha un po' stupito

Top
Profilo Invia messaggio privato
RobertoBr
Partecipante
Partecipante


Registrato: 17/08/21 01:34
Età: 30
Messaggi: 123
Residenza: Vestigné

Inviato: Mar 07 Set 2021, 19:57   Oggetto:
RobertoBr Mar 07 Set 2021, 19:57
Rispondi citando

Tu Giancarlo avevi qualche Echinopsis in fiore in contemporanea?

Top
Profilo Invia messaggio privato
Giancarlo
Prof
Prof


Registrato: 21/12/13 17:08
Età: 57
Messaggi: 3852
Residenza: Padova

Inviato: Mar 07 Set 2021, 21:40   Oggetto:
Giancarlo Mar 07 Set 2021, 21:40
Rispondi citando

Può darsi, ma non lo ricordo.


_________________
giancarlo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rosaedela
Partecipante
Partecipante


Registrato: 28/12/20 12:02
Età: 37
Messaggi: 357
Residenza: Lugano

Inviato: Mer 08 Set 2021, 21:06   Oggetto:
Rosaedela Mer 08 Set 2021, 21:06
Rispondi citando

Ciao Roberto, io sicuro non ho esperienza maggiore della tua, anzi... Non ero nemmeno al corrente delle difficoltá dei Chamaecereus ad autofecondarsi. Anche perchè non ho mai dato molta importanza a questo genere di pianta, che crescendo dove abito quasi come "un'erbaccia", mi risulta poco interessante. Inoltre, ho sempre propagato il Chamaecereus per talea, quindi non mi sono mai posta il problema.
Peró sono curiosa di vedere come cresceranno le tue piantine, e che fiori faranno Sorriso


_________________
Lucia
Top
Profilo Invia messaggio privato
RobertoBr
Partecipante
Partecipante


Registrato: 17/08/21 01:34
Età: 30
Messaggi: 123
Residenza: Vestigné

Inviato: Gio 09 Set 2021, 0:48   Oggetto:
RobertoBr Gio 09 Set 2021, 0:48
Rispondi citando

Ciao Lucia, si effettivamente il chamaecereus si riproduce così facilmente da talea che la riproduzione da seme non è certo la prima scelta.
Io stavo facendo qualche piccolo esperimento, l'idea originale era quella di ibridare con Echinopsis eyriesii, ma è fallita miseramente. Ho ripiegato su quello che avevo sul momento e non sono stato molto rigoroso.
Si vedrà col tempo il risultato, molto tempo a giudicare dalla lentezza a cui si stanno sviluppando. Anche fosse una semplice autofecondazione sarebbe comunque positivo avere un minimo di variabilità genetica che la riproduzione per talea non può produrre.

Top
Profilo Invia messaggio privato
RobertoBr
Partecipante
Partecipante


Registrato: 17/08/21 01:34
Età: 30
Messaggi: 123
Residenza: Vestigné

Inviato: Mar 14 Set 2021, 19:51   Oggetto:
RobertoBr Mar 14 Set 2021, 19:51
Rispondi citando

Giusto per dare un volto alla questione

Oggi li stavo osservando con più attenzione, e quelle spine assomigliano moltissimo a quelle di un normalissimo chamaecereus.
Penso che ci vorrà parecchio tempo prima di avere una risposta, crescono a una lentezza indicibile, sono la primissima semina di quest'anno eppure sono meno della metà di qualsiasi altra.

 
   

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi
Indice forum -> Semi e Semine Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file






Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it