La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente


Contro il ragnetto rosso......
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
   Indice forum -> Parassiti e Malattie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Rica
Amatore
Amatore


Registrato: 09/05/10 16:05
Età: 41
Messaggi: 635
Residenza: Rivalta di Torino

Inviato: Lun 18 Giu 2012, 15:52   Oggetto:
Rica Lun 18 Giu 2012, 15:52
Rispondi citando

ciao a tutti, ho provato il Beauveria Bassiana della Naturalis: spettacolare!!
- puzza un pò ma perlomeno è biologico
- le piante rimangono un pochino oliate (per cui da non usare quando vola tanta cotonina)
- il costo è un po' elevato, su agriemporio.com a 60 euro
- nel ciclo di trattamento che prevede la spruzzatura ogni 5gg per tre volte
tutti i ragnetti morti! e vi assicuro che ne avevo un bel pò perdipiù sulle crestate!!!
le piante sono in ottima forma, ormai è passato 1 mesetto!

Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro
Prof
Prof


Registrato: 07/03/08 08:56
Età: 38
Messaggi: 2438
Residenza: Reggio Calabria

Inviato: Ven 11 Gen 2013, 15:33   Oggetto:
Alessandro Ven 11 Gen 2013, 15:33
Rispondi citando

Il ragnetto rosso è un acaro nocivo che causa, senza pietà, seri danni alle piante sia in indoor che in outdoor. Un clima caldo e secco è ideale per lo sviluppo ed il diffondersi di un esercito di ragnetti. Da molti anni la loro presenza viene contrastata, con successo, dall'acaro predatore Phytoseiulus persimilis.

Biologia

L'acaro predatore Phytoseiulus persimilis è originario del Cile, ma si è diffuso su tutto il pianeta grazie all'azione (cosciente o incosciente) dell'uomo. Un acaro predatore Phytoseiulus è grande all'incirca come il ragnetto rosso di serra, ma è di colore rosso-marrone, ha le zampe leggermente più lunghe ed è molto più mobile. La popolazione femminile, normalmente, è quattro volte superiore a quella maschile.

La femmina depone le proprie uova in prossimità, se non all'interno, di una colonia di ragnetti rossi. Queste uova si distinguono da quelle del ragnetto per la loro forma ovale, il colore leggermente arancione e per la dimensione, due volte superiore. Le larve, a sei zampe, non mangiano nulla. Solo in caso di acari di serra, lo stadio larvale è seguito da quello di protoninfa, che muta in deutoninfa e, infine, evolve allo stadio adulto.

Non c'è una reale pausa tra una fase di sviluppo e l'altra. Una volta raggiunto lo stadio adulto, l'acaro predatore può deporre le uova nel giro di due giorni, quando la temperatura è di 20°C circa. Il periodo di sviluppo dura, in condizioni normali, meno rispetto all'acaro di serra: circa 5 giorni a 30°C, 9 giorni a 20°C e 25 giorni a 15°C. La femmina non può deporre le uova senza fertilizzazione. Ad una temperatura di 20°C può deporre dalle 54 alle 75 uova nel giro di 22 giorni.

In condizioni normali, pertanto, la popolazione di acari predatori cresce molto più velocemente di quella del ragnetto rosso. Ad alte temperature (circa 30°C) o in climi più secchi (quando l'umidità nell'aria è inferiore al 60%) il ragnetto rosso è favorito e controllarlo diventa più difficile. Se il livello di umidità è troppo basso, le uova dell'acaro predatore tendono ad accartocciarsi.

La dieta del Phytoseiulus consiste quasi esclusivamente in ragnetti rossi. In caso questi ultimi scarseggiassero, si possono verificare episodi di cannibalismo all'interno della stessa specie dell'acaro predatore. Un acaro predatore adulto divora i ragnetti rossi in qualsiasi stadio del loro ciclo vitale, mentre le ninfe si attaccano alle uova e alle protoninfe. In un solo giorno un adulto di Phytoseiulus può mangiare circa 20 uova, o larve, di ragnetto rosso, 13 protoninfe, o 5 ragnetti adulti.

Grazie al loro rapido sviluppo e al grande appetito, l'acaro predatore può sterminare un'intera popolazione di ragnetto rosso. Sebbene le ninfe del Phytoseiulus tendano, normalmente, a stabilizzarsi in un solo posto, gli adulti si possono spostare per motivi di caccia: se l'acaro predatore raggiunge le vostre piante, può diffondersi rapidamente a tutto il raccolto.

Utilizzo

Il Phytoseiulus può essere utilizzato su ogni sorta di vegetale e pianta decorativa coltivata in serra, come peperoni, cetrioli, meloni, melanzane, fragole, fagioli verdi, gerbere, rose o ogni genere di pianta in vaso. Per un trattamento biologico efficace contro il ragnetto rosso è fondamentale affrontare l'infestazione finché si è in grado di tenerla facilmente sotto controllo. Dal momento che la popolazione di ragnetto rosso si moltiplica durante il periodo estivo, quando è più difficile tenerla sotto controllo biologicamente, è consigliabile iniziare il controllo biologico immediatamente, fin dal primo giorno di tepore primaverile, in modo da affrontare i ragnetti rossi non appena emergono dall'ibernazione.

Una volta individuata la prima colonia di ragnetto rosso, bisogna liberare il Phytoseiulus il prima possibile. A seconda della crescita e delle circostanze di sviluppo, potete arginare l'infestazione liberando dai 4 ai 6 Phytoseiulus per m², sull'intero campo. Sulle piante infette, e intorno ad esse, potete liberare una ventina di acari predatori per metro quadro. In condizioni normali, il Phytoseiulus è in grado di tenere sotto controllo il numero di ragnetti rossi per l'intero periodo di crescita. In climi secchi e caldi il ragnetto rosso può, comunque, creare dei grossi problemi. L'esperienza ha dimostrato che il controllo tramite Phytoseiulus può essere potenziato mantenendo costante il tasso di umidità nell'aria attraverso l'applicazione di un tubo ad alta pressione, con ugello fine, per la creazione di condensa.

Istruzioni per l'uso

Dopo averli prelevati, gli acari predatori devono essere rilasciati il più presto possibile: si conservano per un breve periodo e vanno mantenuti in una piccola bottiglia rovesciata. Il Phytoseiulus viene commercializzato e conservato in flaconi, in un ambiente fresco (6-10°C) e buio.

Conservare il flacone, prima dell'uso, in un ambiente/stanza a temperatura controllata. Girare e agitare dolcemente la bottiglietta, in modo che gli acari predatori si distribuiscano uniformemente tra le pietruzze di vermiculite.

Evitare che il flacone si surriscaldi troppo (la temperatura della mano è l'ideale).

Rimuovere l'adesivo dall'apertura per la distribuzione. Spargere il contenuto sulle foglie. Non spargere rimuovendo completamente il tappo (altrimenti vi troverete con alte concentrazioni di predatori in pochi punti d'azione).

Un singolo flacone può essere agitato fino a 190 volte. Ad ogni scuotimento, potranno uscire circa 6-7 acari predatori. Rilasciare il Phytoseiulus non appena il primo ragnetto rosso solleva la testa.

La cosa migliore sarebbe indirizzare un minimo di 2-3 acari predatori per m². Se necessario, ripetere l'operazione un paio di settimane dopo la prima infornata. In casi estremi potete rilasciare fino a 20 Phytoseiulus/m².

Per uno sviluppo ottimale dell'acaro predatore, bisogna mantenere un alto tasso di umidità nell'aria (uguale o superiore al 65%) ed una temperatura costante che si aggiri intorno ai 20°C.
Attenzione però che se le prede scarseggiano o sono assenti il fitoseide si dà al cannibalismo e in pratica si autoelimina.

Qui sotto il link per chi volesse comprare e testare questo prodotto..



L'ultima modifica di Alessandro il Ven 11 Gen 2013, 16:22, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro
Prof
Prof


Registrato: 07/03/08 08:56
Età: 38
Messaggi: 2438
Residenza: Reggio Calabria

Inviato: Ven 11 Gen 2013, 16:10   Oggetto:
Alessandro Ven 11 Gen 2013, 16:10
Rispondi citando

qui girando su internet un file che illustra come allevare i fitoseidi..

http://old.alsia.it/agrifoglio/n_18/18%20biologica.pdf

Top
Profilo Invia messaggio privato
Alessandro
Prof
Prof


Registrato: 07/03/08 08:56
Età: 38
Messaggi: 2438
Residenza: Reggio Calabria

Inviato: Dom 13 Gen 2013, 13:38   Oggetto:
Alessandro Dom 13 Gen 2013, 13:38
Rispondi citando

un altro link di acquisto per il predatore buono.

http://www.agriemporio.com/insetti-utili/16-20-01-009-phytoseiulus-persimilis-1000-individui.html

Top
Profilo Invia messaggio privato
silvawolf
Amatore
Amatore


Registrato: 27/07/11 22:44
Messaggi: 588
Residenza: Sicilia

Inviato: Gio 30 Mag 2013, 21:58   Oggetto:
silvawolf Gio 30 Mag 2013, 21:58
Rispondi citando

Scusate, ho "sfogliato" questo interessante post e mi chiedevo: ma lo zolfo ramato può funzionare contro il ragnetto? Praticamente la polverina verdastra usata sulle viti contro i parassiti, io avendola spesso a casa, la provo su tutto..


_________________
Silvia
Top
Profilo Invia messaggio privato
beppe58
Amministratore


Registrato: 02/01/06 22:07
Età: 62
Messaggi: 8375
Residenza: Cuneo

Inviato: Ven 31 Mag 2013, 0:50   Oggetto:
beppe58 Ven 31 Mag 2013, 0:50
Rispondi citando

silvawolf ha scritto:
..ma lo zolfo ramato può funzionare contro il ragnetto? ..

Si,più come repellente che effettivo acaricida. Attenzione solo ad usarlo con alte temperature,diventa fitotossico... Ciao

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
silvawolf
Amatore
Amatore


Registrato: 27/07/11 22:44
Messaggi: 588
Residenza: Sicilia

Inviato: Sab 01 Giu 2013, 21:41   Oggetto:
silvawolf Sab 01 Giu 2013, 21:41
Rispondi citando

grazie Beppe; avevo messo lo zolfo così, sui Chamaecereus perché li avevo visti macchiati di rosso diffusamente, come se fossero lignificati. Ora è trascorso un mesetto e vedo dei miglioramenti, nonché la fioritura. Perciò lo posso mettere tranquillamente? X le alte temperature, no problem. Comunque lo sciacquo via, dopo un pò, perché sapevo che lo zolfo brucia le piante


_________________
Silvia
Top
Profilo Invia messaggio privato
beppe58
Amministratore


Registrato: 02/01/06 22:07
Età: 62
Messaggi: 8375
Residenza: Cuneo

Inviato: Dom 02 Giu 2013, 1:07   Oggetto:
beppe58 Dom 02 Giu 2013, 1:07
Rispondi citando

Dubbioso Perchè sciaquarlo via ? Se ben distribuito con l'apposita pompa è un più che discreto antiacaro ed efficace antioidico(anche se le cactacee raramente sono soggette all'oidio).Ciao

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
simo&kigi
Prof
Prof


Registrato: 29/04/11 19:52
Età: 29
Messaggi: 2800
Residenza: Ascoli Piceno

Inviato: Dom 02 Giu 2013, 15:49   Oggetto:
simo&kigi Dom 02 Giu 2013, 15:49
Rispondi citando

Scusate approfitto anche io perchè ho una bella collezione di chamaecereus e alcuni sono soggetti o ne stanno uscendo piano piano. Io ho a casa il TAU della bayer, l'unica cosa che ho trovato contro il ragnetto, e per ora ho avuto discreti risultati, ma è un prodotto efficace secondo voi? Perchè ho letto sopra che l'acaro diventa resistente ai prodotti chimici a lungo andare, quindi non vorrei che ptesse perdere efficacia.. c'è scritto fluvalinate ma non so se il p.a.


_________________
Simonetta
Top
Profilo Invia messaggio privato
beppe58
Amministratore


Registrato: 02/01/06 22:07
Età: 62
Messaggi: 8375
Residenza: Cuneo

Inviato: Dom 02 Giu 2013, 22:50   Oggetto:
beppe58 Dom 02 Giu 2013, 22:50
Rispondi citando

simo&kigi ha scritto:
.. ma è un prodotto efficace secondo voi?..

Ciao Simo&kigi,si funziona anche sugli acari.Il fluvalinate ha anche il vantaggio di essere efficace e persistente con alte temperature.
Dubbioso Dosaggi ? Mi viene qualche dubbio.... Se per gli afidi bastano 0,3 ml/l per gli acari occorrono circa 0,6-0,7 ml/l .Al limite ripeti dopo una 10ina di giorni.
Sulle resistenze:Non è solo un problema di acari ma di tutti i parassiti.Nell'evoluzione presto o tardi si sviluppano ceppi resistenti e l'antiparassitario di solito usato non funziona più. Il fluvalinate è un p.a abbastanza recente,che io sappia è ancora più che efficace.So' di ceppi di parassiti ormai resistenti all'imidacloprid,alla deltametrina... In zone di colture intensive, dove li si è usati abbondantemente e a lungo non funzionano più. Ciao

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
bongo88
Senior
Senior


Registrato: 09/07/12 14:35
Età: 32
Messaggi: 846
Residenza: Padova (PD)

Inviato: Lun 02 Set 2013, 12:57   Oggetto:
bongo88 Lun 02 Set 2013, 12:57
Rispondi citando

io ho il CONFIDOR della bayer....il p.a. dovrebbe essere l'imidacloprid....può andare bene contro il ragnetto rosso?? con quale dosaggio....ho qualche piantina che comincia ad averne un pò....e voglio dare una passata anche a tutte le altre in via preventiva prima dell'inverno...

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Luca
Amministratore


Registrato: 14/07/09 09:10
Età: 47
Messaggi: 7799
Residenza: Bergamo

Inviato: Mer 04 Set 2013, 9:04   Oggetto:
Luca Mer 04 Set 2013, 9:04
Rispondi citando

Io userei un acaricida specifico.


_________________
Ciao, Luca.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bongo88
Senior
Senior


Registrato: 09/07/12 14:35
Età: 32
Messaggi: 846
Residenza: Padova (PD)

Inviato: Mer 04 Set 2013, 9:09   Oggetto:
bongo88 Mer 04 Set 2013, 9:09
Rispondi citando

luca puoi dirmi un nome di prodotto specifico a cui il ragnetto rosso non abbia sviluppato resistenza?

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
beppe58
Amministratore


Registrato: 02/01/06 22:07
Età: 62
Messaggi: 8375
Residenza: Cuneo

Inviato: Gio 05 Set 2013, 0:56   Oggetto:
beppe58 Gio 05 Set 2013, 0:56
Rispondi citando

Per il dosaggio del confidor: indicativamente 0,5-0,7 ml/litro.
Puoi usare anche solo e semplicemente l'olio minerale,sempre un buon acaricida...Io se necessario uso il p.a acrinatrina miscelata con olio min.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
bongo88
Senior
Senior


Registrato: 09/07/12 14:35
Età: 32
Messaggi: 846
Residenza: Padova (PD)

Inviato: Gio 05 Set 2013, 8:43   Oggetto:
bongo88 Gio 05 Set 2013, 8:43
Rispondi citando

grazie...ieri comunque sono passato da un iperverde e mi hanno dato questo http://www.bayergarden.it/it-IT/data/Prodotti/b/Borneo.aspx secondo voi può andare?

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi
Indice forum -> Parassiti e Malattie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 6 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file






Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it