La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente

fb
Seguici anche su
Facebook

Sarcodes sanguinea
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice forum -> Non solo cactus
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gianni
Prof
Prof


Registrato: 28/03/13 17:03
Messaggi: 3923
Residenza: San Francisco, California

Messaggio Inviato: Mar 03 Set 2019, 1:12   Oggetto: Sarcodes sanguinea
Gianni Mar 03 Set 2019, 1:12
Rispondi citando

Pianta nativa delle zone di alta quota delle montagne Californiane, che ho cercato per mesi e che finalmente sono riuscito a fotografare lo scorso Aprile, a poco piu' di 2000 mt di quota, nei boschi attorno al Lake Tahoe.
La pianta ha la particolarita' di essere micoeterotrofa, cioe' non fa fotosintesi (non ha parti verdi), ma si nutre parassitando l'intricato network di ife fungine del sottosuolo. Per una volta, e' la pianta a parassitare un fungo, e non viceversa Sorriso
La pianta quindi esiste sottoterra, e l'unica cosa che emerge e' il fiore di colore rosso acceso (da cui il nome). Il fiore emerge in primavera; a quell'altitudine buona parte del terreno e' ancora ricoperto di neve, per cui spesso questi fiori rossi sbucano direttamente dalla neve.

 
   

Top
Profilo Invia messaggio privato
Andreroe
Amatore
Amatore


Registrato: 22/06/18 15:41
Età: 40
Messaggi: 652
Residenza: Berlin

Messaggio Inviato: Mar 03 Set 2019, 7:33   Oggetto:
Andreroe Mar 03 Set 2019, 7:33
Rispondi citando

Che pianta strana: un fiore che sembra quasi una fiamma sulle braci Confuso
Sotto com'è? solo una radice? Pensieroso

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Rod
Prof
Prof


Registrato: 26/06/12 09:23
Età: 32
Messaggi: 2979
Residenza: Trento

Messaggio Inviato: Mar 03 Set 2019, 8:04   Oggetto:
Rod Mar 03 Set 2019, 8:04
Rispondi citando

non si smette mai di farsi stupire!
molto particolare e bella


_________________
"Chi muore in una battaglia che non è la sua non sarebbe mai dovuto nascere"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianni
Prof
Prof


Registrato: 28/03/13 17:03
Messaggi: 3923
Residenza: San Francisco, California

Messaggio Inviato: Mar 03 Set 2019, 18:48   Oggetto:
Gianni Mar 03 Set 2019, 18:48
Rispondi citando

Andrea, non so come sia sotto, ma immagino che l'apparato radicale sia anche lui assente, o almeno non penso sia la tipica radice, visto che la pianta assorbe direttamente il nutrimento dalle ife fungine.
La cosa e' un po' complicata: il fungo parassitato da questa pianta normalmente forma una simbiosi (micorriza) con le radici di certi alberi, per cui il fungo stesso cresce all'interno delle radici dell'albero. La Sarcodes si unisce a questo connubio come parassita del fungo. Per cui penso che quello che si vede da fuori siano solo le radici dell'albero, che all'interno contengono le ife fungine e il tessuto assorbente della Sarcodes. Lo stelo fiorale dovrebbe quindi uscire dalle radici dell'albero.
Non sono sicuro sia proprio cosi', ma ad esempio la Rafflesia, la pianta che produce il fiore piu' grande al mondo, e' una pianta parassita di un'altra pianta (una liana). La Rafflesia non ha ne' foglie ne' radici ne' fusto; il tessuto vegetale della Rafflesia vive all'interno della pianta ospite, per cui della Rafflesia si vede solo il fiore, che esce dalla pianta ospite.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Andreroe
Amatore
Amatore


Registrato: 22/06/18 15:41
Età: 40
Messaggi: 652
Residenza: Berlin

Messaggio Inviato: Mar 03 Set 2019, 19:38   Oggetto:
Andreroe Mar 03 Set 2019, 19:38
Rispondi citando

OMG! Qui le cose si fanno complicate! Very Happy
Grazie della spiegazione.
Non conoscevo nemmeno la Rafflesia! L'ho googlata ora ed è davvero una cosa impressionante!!! Shocked

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Edus
Prof
Prof


Registrato: 07/04/10 11:16
Età: 55
Messaggi: 3642
Residenza: Potenza

Messaggio Inviato: Gio 05 Set 2019, 18:22   Oggetto:
Edus Gio 05 Set 2019, 18:22
Rispondi citando

Che fiore incredibile ed è ancora più interessante la sua biologia. Esatto
Il resto è simile alle altre piante, cioè impollinazione, fruttificazione, produzione dei semi, ecc. ?


_________________
Eduardo
“Se non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose.” Carl Nilsson Linnaeus
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianni
Prof
Prof


Registrato: 28/03/13 17:03
Messaggi: 3923
Residenza: San Francisco, California

Messaggio Inviato: Gio 05 Set 2019, 19:10   Oggetto:
Gianni Gio 05 Set 2019, 19:10
Rispondi citando

Si' Eduardo, il resto e' uguale. Non so cosa succede una volta che i semi iniziano a germinare. In alcune piante parassite (non questa in particolare), la piantina appena germinata cresce finche' non trova la pianta ospite; questo deve avvenire in fretta, perche' la piantina ha poche risorse per sopravvivere da sola. Per la Sarcodes qualcuno aveva ipotizzato che i semi, per germinare, dovevano prima essere circondati dalle ife del fungo; cosi' la piantina appena nata sarebbe gia' vicina alla sua "preda". Non so se questo e' stato confermato.

Qui c'e' qualche foto dei fiori. Come si vede, il fiore e' del tutto normale.
https://botany.org/Parasitic_Plants/Sarcodes_sanguinea.php

Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianni
Prof
Prof


Registrato: 28/03/13 17:03
Messaggi: 3923
Residenza: San Francisco, California

Messaggio Inviato: Gio 05 Set 2019, 19:25   Oggetto:
Gianni Gio 05 Set 2019, 19:25
Rispondi citando

Il mondo delle piante parassite e' affascinante. Spesso si pensa alle piante come organismi "passivi", che se ne stanno li' ad aspettare di essere mangiati dal primo erbivoro che passa. Oltre a tutta la serie di armi chimiche che le piante hanno sviluppato per proteggersi, e oltre a tutti i metodi che le piante hanno sviluppato per comunicare tra loro (*), le piante parassite sono l'esempio piu' evidente di quanto sottovalutato sia il regno vegetale. Sorriso

(*) Uno degli esempi tipici della comunicazione tra piante: quando certe piante vengono attaccate/mangiate eccessivamente da un animale (un erbivoro, un bruco, etc.), non solo iniziano a produrre composti tossici nelle loro foglie, ma sono anche in grado di comunicare alle piante vicine che c'e' una minaccia incombente. Cosi' le piante vicine, che pure non sono ancora state mangiucchiate, iniziano a produrre le stesse tossine.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Bais
Partecipante
Partecipante


Registrato: 10/08/19 15:24
Età: 44
Messaggi: 50
Residenza: Roma (mare)

Messaggio Inviato: Ven 06 Set 2019, 20:13   Oggetto:
Bais Ven 06 Set 2019, 20:13
Rispondi citando

Ciao, leggo solo ora ed e' la prima volta che ne sento parlare. Inquietanti, ma assolutamente stupefacenti. Sono aliene??!!devono x forza venire da un altro pianeta 'ste piante! Grazie mille x averne parlato. E' un post interessantissimo.ora vado a colmare in internet le mie oceaniche lacune. Mi hai lasciato senza parole.


_________________
Paola
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Edus
Prof
Prof


Registrato: 07/04/10 11:16
Età: 55
Messaggi: 3642
Residenza: Potenza

Messaggio Inviato: Mar 10 Set 2019, 14:23   Oggetto:
Edus Mar 10 Set 2019, 14:23
Rispondi citando

Credo ci sia ancora molto da scoprire sul mondo vegetale, penso che molti dovranno ricredersi negli anni a venire, un po' come sconvolse il mondo Darwin, chissà se un giorno ci sarà un nuovo Darwin che stravolgerà le nostre convinzioni attuali.
Se ad esempio si riuscisse a comunicare in qualche modo con loro, ve lo immaginate che rivoluzione copernicana sarebbe.


_________________
Eduardo
“Se non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose.” Carl Nilsson Linnaeus
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bais
Partecipante
Partecipante


Registrato: 10/08/19 15:24
Età: 44
Messaggi: 50
Residenza: Roma (mare)

Messaggio Inviato: Mar 10 Set 2019, 14:52   Oggetto:
Bais Mar 10 Set 2019, 14:52
Rispondi citando

E soprattutto: ti immagini cosa ci direbbero???😱


_________________
Paola
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Gianni
Prof
Prof


Registrato: 28/03/13 17:03
Messaggi: 3923
Residenza: San Francisco, California

Messaggio Inviato: Mar 10 Set 2019, 18:22   Oggetto:
Gianni Mar 10 Set 2019, 18:22
Rispondi citando

Eduardo, a questo proposito, anche se vado off topic, io ho avuto interessanti discussioni con alcuni amici che hanno scelto di diventare vegetariani perche' non vogliono infliggere sofferenze agli animali (vedi allevamento intensivo), ne' si sentono in diritto di uccidere un essere senziente, che ha la capacita' di soffrire. Allora io mi domando: perche' si esclude a priori che le piante siano "senzienti", e che non soffrano? Ogni essere vivente deve essere in grado di percepire stimoli negativi, a cui risponde in vari modi cosi' da preservare la propria esistenza. Non serve un sistema nervoso centrale per essere capaci di provare dolore.
E' troppo semplice dire: la risposta di una pianta ad un predatore non e' sinonimo di dolore, e' solo una risposta automatica, passiva. E perche' quella di un animale dovrebbe essere diversa?
Quando chiedo ai miei amici: se un giorno si potesse dimostrare che le piante sono in grado di provare dolore, e che sono capaci di soffrire come ogni altro organismo, smettereste di mangiarle? La risposta e' sempre: e' impossibile, le piante non soffrono.
Questa e' pigrizia mentale. Sorriso L'unica parte di una pianta che si ha il diritto, e il dovere, di mangiare e' il frutto. Sorriso
Io la vedo cosi': mangiare altri organismi (ed essere mangiati) e' parte dell'ordine naturale (a meno di non essere un organismo autotrofo); quello che non e' naturale e' costringere organismi viventi a vivere in condizioni inumane, tipo campi di concentramento come gli allevamenti intensivi.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Edus
Prof
Prof


Registrato: 07/04/10 11:16
Età: 55
Messaggi: 3642
Residenza: Potenza

Messaggio Inviato: Mer 11 Set 2019, 7:04   Oggetto:
Edus Mer 11 Set 2019, 7:04
Rispondi citando

Gianni, sono completamente e assolutamente d'accordo con te, varie volte ho tentato di intraprendere questi discorsi, venendo regolarmente dileggiato, anche in questo forum! Linguaccia
Atteso che gli organismi vegetali esistono da miliardi di anni prima di noi, verrà il giorno che le piante riconquisteranno il pianeta e quando noi esseri "superiori" verremo "coltivati" in allevamenti intensivi (stile Matrix), forse ci pentiremo di averle maltrattate ... Dubbioso
... stamattina il cielo grigio si infonde pensieri escatologici ... Confused

P.S.: Sicuramente conoscerai gli studi di Neurobiologia vegetale del prof. Mancuso, che ne pensi?


_________________
Eduardo
“Se non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose.” Carl Nilsson Linnaeus
Top
Profilo Invia messaggio privato
cmr
Master
Master


Registrato: 17/04/15 09:43
Messaggi: 1104
Residenza: Castelli Romani

Messaggio Inviato: Mer 11 Set 2019, 7:24   Oggetto:
cmr Mer 11 Set 2019, 7:24
Rispondi citando

Gli studi del Prof. Mancuso e le ricerche del suo laboratorio ( http://www.linv.org/ ) mi infastidiscono. E non poco. Aria fritta. Spreco di risorse. Sono decenni che si parla con successo di queste cose, le caratteristiche "nervose" delle piante non le ha scoperte lui. Cercate gli studi del Prof. Jagadish Chandra Bose sviluppati alla fine del 1800 sulle caratteristiche "nervose" delle piante o quelli di Luther Burbank dei primi del '900, poi leggete i libri di Mancuso (non gli ultimi che sono uno spreco di carta) e se non penserete che c'è aria di copia/incolla mi mangio il cappello! Arrabbiato Arrabbiato Arrabbiato


_________________
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giancarlo
Prof
Prof


Registrato: 21/12/13 17:08
Età: 54
Messaggi: 2876
Residenza: Padova

Messaggio Inviato: Mer 11 Set 2019, 7:37   Oggetto:
Giancarlo Mer 11 Set 2019, 7:37
Rispondi citando

Con me sfondate una porta aperta.
Quel poco di giardino che tengo in ordine non vede mai potature drastiche ad alberi da frutta x scopi produttivi, ma solamente rimozione delle parti malate o danneggiate e ,purtroppo, altri accorgimenti legati ai rapporti di buon vicinato.
Ma soprattutto odio il concetto di siepe, dove x decenni devi martoriare le piante a tuo piacimento.
Anche riguardo ai bonsai sarei piuttosto combattuto...


_________________
giancarlo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi
Indice forum -> Non solo cactus Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it