La nostra foto galleria cactofila
La top 100
Forum dove condividere la passione per cactus e succulente


Piante autosterili
Vai a 1, 2  Successivo
 
   Indice forum -> Scuola
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
tommaso76
Master
Master


Registrato: 19/04/09 15:40
Età: 44
Messaggi: 1853
Residenza: Padova

Inviato: Lun 14 Mar 2011, 22:24   Oggetto: Piante autosterili
tommaso76 Lun 14 Mar 2011, 22:24
Rispondi citando

sabato sono stato alla serra di valentino valiccelli (cactus art) e parlando del piu e del meno gli ho fatto una domanda molto particolare , gli o chiesto se era possibile ottenere da una pianta autosterile dei semi : ebbene quando mi ha dato la risposta sono rimasto a bocca aperta , mi a detto di bombardare con altri pollini anche di non cactacee il fiore della pianta in questione , cosi facendo si puo portare la pianta ad uno shock chimico . E dopo si deve reimpollinare la pianta con il suo stesso polline (prelevato in precedenza) cosi facendo la pianta non riconosce che il polline e' suo e viene fecondata diciamo ingannata , in alcune percentuali l'esperimento a prodotti semi a volte ibridi e a volte non ibridi, voi che ne pensate??


_________________
Pazienza & metodo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Generba
Amministratore


Registrato: 27/07/08 19:12
Messaggi: 2178
Residenza: Mugello

Inviato: Mar 15 Mar 2011, 9:30   Oggetto:
Generba Mar 15 Mar 2011, 9:30
Rispondi citando

Avevo letto da qualche parte, molto probabilmente qui sul forum che è una tecnica che può portare dei risultati ma non è detto che ne esca qualcosa di buono. Comunque potrebbe funzionare!


_________________
Pietro
Top
Profilo Invia messaggio privato
scsebnic
Amatore
Amatore


Registrato: 03/10/10 01:10
Età: 66
Messaggi: 514
Residenza: Alessandria

Inviato: Mar 15 Mar 2011, 14:21   Oggetto:
scsebnic Mar 15 Mar 2011, 14:21
Rispondi citando

Anche io ho letto qualcosa di simile: tecnica utilizzata in particolare per la riproduzione di ibridi autosterili in modo da non rischiare di comprometterne le caratteristiche.
Non vorrei sembrare eccessivamente drastico, ma l'idea di utilizzare una tecnica che giudico contro natura francamente non la giustifico.
Allo stesso modo in cui non riesco ad accettare la sperimentazione su cavie animali.


_________________
Non sempre darsi da fare è la cosa migliore. Se Romeo avesse aspettato un po’ prima di suicidarsi sulla tomba di Giulietta, i due sarebbero felicemente invecchiati insieme... (Kathrin & Sascha)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ferochepassione
Ospite





Inviato: Mar 15 Mar 2011, 21:40   Oggetto:
Ferochepassione Mar 15 Mar 2011, 21:40
Rispondi citando

Scusate l'intromissione ma credo che stiamo scivolando sulla fantascienza.

Nella migliore delle ipotesi si producono capsule senza semi.

Nella remota eventualità che qualche seme ci sia o quest'ultimo non è in grado di germinare o se dovesse germinare darebbe una pianta con un difetto al DNA. In parole povere si avrebbe una evoluzione contraria della specie e cioè una evoluzione regressiva.

La natura non lascia nulla al caso e forzarla significa solo ed esclusivamente che la specie sia essa animale che vegetale non migliora ma regredisce.

Il processo contrario invece (vedi gli OGM) è molto più semplice. cioè rendere sterili piante autofertili. Anche qui molti dubbi sulle conseguenze Dubbioso.

Infine una mia considerazione: perchè tentare queste vie abberranti quando abbiamo tutto a disposizione per copiare il normale corso che madre natura ci ha messo tanto ad elaborare?

Top
Giorgio
Amministratore


Registrato: 29/12/07 16:12
Messaggi: 5334
Residenza: Ostiglia MN

Inviato: Mar 15 Mar 2011, 22:23   Oggetto:
Giorgio Mar 15 Mar 2011, 22:23
Rispondi citando

Questo tipo di forzatura viene attuato per ottenere semi quando si possegga un solo individuo di specie autosterile.
Una volta superata la barriera chimica imposta dalla superficie dello stigma, il granulo pollinico germina e va a fecondare gli ovuli e vengono prodotti semi.
Visto che si tratta di fecondazione tra gameti (cellule sessuali) dello stesso individuo, si avrà una variabilità genetica inferiore ed una possibilità maggiore di malformazioni ereditarie, è per questo motivo che in natura normalmente viene evitata.


_________________
Ciao, Giorgio
Top
Profilo Invia messaggio privato
tommaso76
Master
Master


Registrato: 19/04/09 15:40
Età: 44
Messaggi: 1853
Residenza: Padova

Inviato: Mer 16 Mar 2011, 10:36   Oggetto:
tommaso76 Mer 16 Mar 2011, 10:36
Rispondi citando

Grazie delle delucidazioni , volevo solo sapere cosa ne pensavano altri amici del forum . Eh si la natura e' sempre straordinaria , nulla e per caso !!!


_________________
Pazienza & metodo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Groucho
Amministratore


Registrato: 09/09/07 22:46
Età: 49
Messaggi: 5922
Residenza: Castelfiorentino

Inviato: Mer 16 Mar 2011, 18:27   Oggetto:
Groucho Mer 16 Mar 2011, 18:27
Rispondi citando

Ero a conoscenza di qusto sistema, ma le vostre spiegazioni me lo hanno reso molto più chiaro.
Grazie mille a tutti.


_________________
"Molti fiori sono nati per fiorire non visti,
e sperdere la loro dolcezza nell'aria deserta"

Thomas Gray
Top
Profilo Invia messaggio privato
scriciolo_28
Amministratore


Registrato: 26/04/06 13:35
Età: 45
Messaggi: 5342
Residenza: Trento

Inviato: Gio 17 Mar 2011, 10:19   Oggetto:
scriciolo_28 Gio 17 Mar 2011, 10:19
Rispondi citando

interessante argomento

grazie per le spiegazioni


_________________
Felice chi, avendo veduto quelle cose,
va sotto la terra;
Egli sa della vita termine ed inizio, entrambi dati da Zeus.

Pindaro - Frammento 137
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Francescacactus!



Registrato: 17/09/12 13:56
Messaggi: 20

Inviato: Mar 02 Ott 2012, 22:23   Oggetto:
Francescacactus! Mar 02 Ott 2012, 22:23
Rispondi citando

Non trovo giusto ingannare la natura e non riuscirei ad ingannare le mie cicce!!! Molto arrabbiato Questo non é rispettare la natura, che per me é meravigliosa così com'é Very Happy Sorriso ! Ciao!!!


_________________
Francescacactus!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Calca
Partecipante
Partecipante


Registrato: 23/06/09 06:58
Età: 50
Messaggi: 246
Residenza: Pistoia

Inviato: Mer 29 Ott 2014, 21:37   Oggetto:
Calca Mer 29 Ott 2014, 21:37
Rispondi citando

Magari mi sbaglio, ma non si potrebbe interpretare anche in altro modo?
Ossia come un tentativo estremo per preservare la specie?
In natura, una condizione come quella descritta qui, si potrebbe presentare quando una singola pianta si viene a trovare in mezzo a tante altre specie che si contendono lo spazio vitale,
In questo caso si può considerare naturale come comportamento, in fondo se può funzionare, un motivo ci sarà.
Sicuramente l'ho sparata grossa , ma ormai mi era venuta in mente...


_________________
Ciao da Gabriele !
Top
Profilo Invia messaggio privato
cactus
Amministratore


Registrato: 23/12/05 08:53
Messaggi: 17156

Inviato: Gio 13 Nov 2014, 0:13   Oggetto:
cactus Gio 13 Nov 2014, 0:13
Rispondi citando

Calca ha scritto:
Magari mi sbaglio, ma non si potrebbe interpretare anche in altro modo?
Ossia come un tentativo estremo per preservare la specie?


Mi sembra una intelligente osservazione mi sei piaciuta Applauso

Magari funziona di più con piante che non producono semi da molto o in condizioni di stress.

Comunque i risultati sono migliori se si incrociano soggetti distinti, funziona cosi anche per le autofertili.

Top
Profilo Invia messaggio privato
MEZ-CALzett
Master
Master


Registrato: 29/09/07 09:21
Età: 33
Messaggi: 1257
Residenza: Roma

Inviato: Mer 07 Gen 2015, 13:51   Oggetto:
MEZ-CALzett Mer 07 Gen 2015, 13:51
Rispondi citando

Con molto ritardo leggo questa interessante discussione, e stavo proprio pensando quello che poi ho letto sul post di calca. Non sono un botanico, ma immagino che la natura abbia "predisposto" questa eventualità proprio come misura estrema di conservazione della specie: la pianta autosterile "preferisce incrociarsi", ma nel caso questo sia reso impossibile o difficile "si accontenta" di autoimpollinarsi pur di riprodursi.
Credo sia un meccanismo simile a quello che si ha in alcune piante dioiche (cioè che hanno pianta maschio e pianta femmina) in cui in condizioni di stress elevato e se non avviene la fecondazione, una pianta femmina può produrre infiorescenze maschili e si autoimpollina, rinunciando così all'arricchimento genetico.


_________________
Questa Terra non l'abbiamo ereditata dai nostri padri, ma ricevuta in prestito dai nostri figli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gattosiberiano
Partecipante
Partecipante


Registrato: 21/12/20 09:34
Messaggi: 150

Inviato: Gio 31 Dic 2020, 19:33   Oggetto:
gattosiberiano Gio 31 Dic 2020, 19:33
Rispondi citando

C'è chi dice di usare la polvere di cemento

Top
Profilo Invia messaggio privato
cactus
Amministratore


Registrato: 23/12/05 08:53
Messaggi: 17156

Inviato: Sab 02 Gen 2021, 21:24   Oggetto:
cactus Sab 02 Gen 2021, 21:24
Rispondi citando

Per fare cosa?

Top
Profilo Invia messaggio privato
gattosiberiano
Partecipante
Partecipante


Registrato: 21/12/20 09:34
Messaggi: 150

Inviato: Sab 02 Gen 2021, 22:07   Oggetto:
gattosiberiano Sab 02 Gen 2021, 22:07
Rispondi citando

Per quello che dice Tommaso

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi
Indice forum -> Scuola Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare file
Puoi scaricare file






Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it